Lasagne con crema di asparagi, fonduta di pecorino, cialda di Aceto Balsamico di Modena IGP

Le lasagneun primo tipico della tradizione italiana che ho rivisitato in modo originale e sfizioso, con una cialda di Aceto Balsamico di Modena IGP a dare un guizzo con il suo sapore unico 

Le lasagne con crema di asparagi e pecorino con cialda di Aceto Balsamico di Modena IGP mi hanno davvero sorpreso, una preparazione che potete realizzare facilmente e in poco tempo

Ingredienti per 2 persone:

  • 200 g di lasagne
  • 50 g di pecorino
  • 1 mazzo di asparagi
  • Panna fresca q.b.
  • Olio evo
  • scalogno
  • sale 
  • Aceto Balsamico di Modena IGP invecchiato 

Procedimento:

Lavate e pulite gli sparagi, tagliateli a rondelle e fateli cuocere in un tegame con lo scalogno che avete fatto dorare in olio evo, regolate di sale e tenete da parte alcune punte per guarnire. Quando sono cotti trasferiteli in un mixer e frullate aggiungendo olio a filo fino ad ottenere una crema omogenea.

Per fare le cialde, versate un pochino di pecorino grattugiato insieme all’Aceto Balsamico di Modena IGP invecchiato, mischiate bene e formate delle piccole palline uniformi. Trasferitele poi su carta da forno, piegate la carta sulle palline e premete formando delle cialde sottili che resteranno in mezzo alla carta. Fate cuocere velocemente in un tegame antiaderente da entrambi i lati, poi togliete dal fuoco e lasciate raffreddare le cialde.

Portate a bollore acqua salata e lessate le sfoglie di lasagna, scolatele al dente in un tegame e aggiungete la crema di asparagi, quindi amalgamate bene. In un pentolino sciogliete il pecorino grattugiato insieme a un pochino di panna fresca, mescolando ne otterrete una crema corposa.

Impiattate le lasagne disponendo le sfoglie una sull’altra, aggiungete la fonduta di pecorino e le cialde di Aceto Balsamico di Modena IGP, godetevi questo piatto squisito.

Note: Se amate come me il gusto dell’Aceto Balsamico di Modena IGP, potete anche irrorare le punte degli asparagi con qualche goccia per insaporirle dopo averle cotte, quindi aggiungerle al piatto finito.

Per realizzare questa ricetta ho utilizzato  Aceto Balsamico di Modena IGP invecchiato  dal colore bruno intenso, con una leggera nota di legno e sapore agrodolce equilibrato. Questa cialda che ho preparato mi ha dato una sferzata di sapore al piatto, oltre alla piacevole nota croccante

Pensate che L’Aceto Balsamico di Modena IGP è un prodotto con una storia millenaria, già conosciuto addirittura dai Romani. Negli ultimi decenni si è adattato alle esigenze della cucina contemporanea grazie alla versatilità e le sue qualità diventando protagonista, un valore aggiunto per le preparazioni più semplici fino ai piatti dei grandi chef delle cucine internazionali è infatti esportato in 120 Paesi.

Un’eccellenza che dal 1993 trova l’impegno del Consorzio Tutela Aceto Balsamico nel promuovere e divulgare nel mondo il nome e le caratteristiche del prodottoDal 2009 l’Aceto Balsamico di Modena è stato registrato come IGP (indicazioni Geografica Protetta) dall’Unione Europea.

Ravioli di ricotta con Aceto Balsamico di Modena IGP

Realizzato con il contributo del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, rif. D.M. n. 9374643 del 14/12/20

Se ti piace questa ricetta e vuoi scoprirne altre seguimi sulla pagina Facebook Habemusfame e su Instagram

Ti piace questo post? Condividilo :)

Share on facebook
Condividi su facebook
Share on whatsapp
Invialo con whatsapp
Share on pinterest
Condividi su Pinterest
Share on telegram
Invialo con Telegram

Lascia un commento