Spaghetti alla Nerano

Un piatto che ho già gustato più volte, di recente anche nel luogo d’origine, e che amo tantissimo. Con le zucchine nel pieno della loro stagionalità, rigorosamente fritte, parmigiano e tanto basilico, una cremina avvolgente, gli spaghetti alla Nerano sono un capolavoro della cucina partenopea. Li ho preparati a casa, ecco i miei passaggi.

Ingredienti per 4 persone

  • 400 g di spaghetti
  • 10/12 zucchine medie
  • 60 g di burro
  • 200 g di parmigiano grattugiato
  • Olio per friggere
  • Basilico q.b.
  • Sale e pepe

Procedimento

Lava e taglia le zucchine a rondelle sottili e falle friggere in olio caldo, devono imbrunire e croccantizzarsi leggermente, quindi adagiale su carta assorbente per farle asciugare. Intanto porta bollore abbondante acqua salata e butta gli spaghetti

In un tegame antiaderente metti le foglie di basilico lavate e il burro, tieni il fuoco molto basso quindi aggiungi un mestolo di acqua di cottura della pasta, sciogliendosi il burro formerà una cremina giallognola

A questo punto unisci le zucchine e conservane alcune per guarnire alla fine, quindi con un cucchiaio di legno mescola per far insaporire il tutto

Scola gli spaghetti molto al dente direttamente nel tegame e aggiungi un po’ d’acqua di cottura facendo amalgamare gli ingredienti sempre a fuoco basso. La pasta inizierà a rilasciare l’amido che farà formare la cremina.

Unisci il parmigiano e acqua di cottura gradualmente e molto lentamente, quindi mescola, la cosa importante in questa fase è non far stracciare il formaggio quindi il fuoco deve essere veramente bassissimo

Raggiunta la cremosità giusta, impiatta gli spaghetti e guarnisci con qualche zucchina tenuta da parte, una leggera pepatina e servi

Se ti piace questa ricetta e vuoi scoprirne altre seguimi sulla pagina Facebook Habemusfame e su Instagram

Ti piace questo post? Condividilo :)

Condividi su facebook
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Invialo con whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su Pinterest
Condividi su telegram
Invialo con Telegram

Lascia un commento